Notizie

L’arte dello Shibari

Cosa si intente

Shibari è una parola Giapponese che vuol dire “legare”, altro termine usato è “kinbaku”, quest’ultimo sta ad indicare la legatura erotica. Lo Shibari è molto simile al Bondage, è caratterizzato dal piacere sia da parte di chi lega che di chi viene legato. Alla base non c’è solo il piacere ma anche l’estetica e l’armonia, è una danza che coinvolge non solo i diretti interessati ma anche chi assiste.

Colui che lega è chiamato Rigger o Nawashi (artista della corda), per queste persone è molto importante esibirsi in pubblico e perfezionare la loro tecnica. Nello Shibari vengono eseguiti disegni o forme geometriche che creano un meraviglioso effetto in perfetta sintonia con il corpo femminile.

Dove nasce

La cultura dello Shibari ha radici molto antiche, nel XV secolo veniva utilizzato dai samurai come forma di prigionia. Con il tempo la legatura è diventata una forma d’arte.

Che genere di corde utilizzare

Per legare vengono utilizzate corde di canapa poiché non creano abrasioni sulla pelle con lo sfregamento, oppure corde di bambù perché flessibile e forte.

Quali sono i pericoli

Lo Shibari può diventare pericoloso se esercitato da persone che non ne hanno conoscenza e che non si attengono alle regole. Si rischia di bloccare la circolazione sanguigna, recidere i denti o soffocare. In Italia a tal proposito stanno nascendo diverse scuole di Shibari con sessioni dedicate non solo alla tecnica ma anche alla sicurezza.

Spettacoli e dimostrazioni

Spettacoli dal vivo, bar fetish, workshop e altro possono essere trovati in Giappone e nel resto del mondo.

Se volete assistere ad uno spettacolo o dimostrazione in Italia e non solo, non perdetevi il Ritual o il Torture Garden, eventi che si svolgono annualmente legati al mondo Bdsm. Registrandovi alla nostra community Iol.im, potrete accedere con agevolazioni riservate agli iscritti. Se invece amate la riservatezza, potrete incontrare diversi profili amanti del genere, sia coppie che single.

Categorie:Notizie

Con tag:,

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.